Un gigantesco nido in bambù alto 3  metri e con un diametro di 6, creato con una trama triassiale, coronato da un dedalo di rami intrecciati, un percorso/labirinto per accedere ad un giardino “effimero” di spontanee. Questo è INorOUT, progetto vincitore della prima edizione di Mura Creative 2016,  il concorso di garden design svoltosi nell’ambito della 16esima edizione di Murabilia a Lucca.

INorOUT è un percorso esperienziale che offre spunti di riflessione su i temi dell’inclusione e dell’integrazione. Il visitatore si troverà a camminare all’interno di una percorso, alla fine del quale dovrà affidare alla sorte il suo accesso al giardino: In or Out? L’accesso consentito permetterà di godere della magia di questo spazio prezioso all’interno del nido, a chi sarà negato invece sarà data comunque un’altra possibilità per riprovare ancora. L’esperienza di INorOUT porterà con sé quindi sentimenti di gioia e delusione,realizzazione e frustrazione.

Il progetto è stato reclutato vincitore proprio perchè è riuscito a dare a chi lo ha visitato il significato sociale auspicato.

Oggetto: installazione – performance d’arte

Concorso: Mura Creative 2016 –  Giardini effimeri.

Progetto: INorOUT di Francesca Adragna, Federica Cesaretti, Manuel Codiglione, Stefano Martinelli, Emy Petrini, Beatrice Speranza, Francesca Velani e Sara Violante

Ruolo di Bambuseto: collaborazione nella progettazione e realizzazione della struttura portante del nido

Luogo: Spalti delle mura di Lucca

Anno: 2016