Bambuseto

Fai quello che ami e non lavorerai un solo giorno della tua vita

Confucio

Spinti da questa filosofia, abbiamo creato e portato avanti il progetto Bambuseto perché è prima di tutto un progetto che nasce da noi, e nel quale crediamo profondamente. 
La nostra è una giovane realtà che ha come obiettivo quello di progettare e realizzare strutture in bambù uniche con cui creare e arredare spazi interni ed esterni.
 Per offrire il meglio nella progettazione e nella realizzazione delle nostre opere, tutte costruite in bambù italiano, collaboriamo attivamente con professionisti esperti: artigiani, architetti, artisti e paesaggisti.

Siamo sicuri che il nostro materiale sia di qualità poiché lo coltiviamo e raccogliamo personalmente nel nostro bosco che si trova in provincia di Lucca, in località “Selvaiana” a Capezzano Pianore: ci mettiamo letteralmente in gioco!

Come Bambuseto, svolgiamo varie attività informative e formative al fine di promuovere le ecologiche potenzialità costruttive, ambientali ed espressive del bambù, con riferimento specifico alla realtà italiana.

Il Team

Stefano il “filosofo” e Sara l’archigiana rappresentano cuore, anima, braccia e gambe del progetto!

 Bambuseto nasce nel 2008, dall’incontro di idee di quattro amici amanti della natura e di una vita in armonia con i valori dell’ecologia e della valorizzazione del territorio.

Stefano, agricoltore e artigiano, è l’unico socio fondatore attivo: grazie alla sua esperienza sul campo, anzi dovremmo dire sul bosco, riesce a seguire e supervisionare tutte le attività di Bambuseto.

L’Archigiana, architetto e artigiana, è l’ultima arrivata in casa Bambuseto, ma non per questo è meno esperta: grazie alla sua formazione, riesce a occuparsi sia dell’elaborazione progettuale che dell’assistenza tecnica ai clienti, sia della produzione artigianale che della vendita delle opere.

Due persone affiatate con personalità diverse ma mosse da un progetto comune: l’armonia che nasce dal bosco, crea belle energie, e sinergie, anche fuori!

Un bosco di bambù, un prato gigante composto da tanti fili d’erba alti fino a 15 metri e due ragazzi accomunati dal desiderio di svolgere una vita in sintonia con i propri principi eco-logici: così nasce Bambuseto. Giacomo e Stefano si sono inventati un mestiere di sana pianta – di sana pianta ne hanno fatto un mestiere! I due fondatori di Bambuseto hanno iniziato con la pulizia di un bosco abbandonato, poi con la vendita delle prime canne al dettaglio, per arrivare alla progettazione e costruzione di strutture alle quali, fin dagli esordi, ha collaborato Alison Grace Martin.

L’attività di progettazione viene svolta principalmente “su misura”, utilizzando diversi tipi di tecniche costruttive per la realizzazione di arredi, gazebo, divisori e rivestimenti. Queste sono solo alcune delle soluzioni proposte da Bambuseto per la creazione di ambienti unici e avvolgenti.

Con la recente collaborazione dell’Arch. Sara Violante, il team di Bambuseto può garantire ai propri clienti una maggiore gamma di soluzioni progettuali e mettere a disposizione di architetti e designer una consulenza mirata. L’Arch. Sara Violante è anche ideatrice di alcuni prodotti e collabora da tempo alla linea di illuminazione. L’oggettistica e i complementi d’arredo vengono presentati al pubblico attraverso la partecipazione a fiere, mercati ed eventi ma anche attraverso Etsy, piattaforma online dedicata alla vendita di oggetti esclusivamente artigianali.

Bambuseto svolge anche attività didattica e promuove l’utilizzo e la conoscenza del bambù attraverso corsi teorici e laboratori pratici con la possibilità di creare percorsi mirati per scuole e università, per professionisti di settore, gruppi di permacultura ma anche per semplici amanti del bambù interessati ad imparare di più su questo straordinario materiale.

Bambuseto è una realtà del tutto nuova che si sta affermando nel settore del design italiano per la sua attitudine poliedrica ma soprattutto ecologica, fortemente ancorata al concetto di sostenibilità ambientale. Il Bambuseto, infatti, non è solo una miniera verde capace di rigenerarsi in maniera continua, ma rappresenta anche il cammino di persone che hanno a cuore la natura e cercano di vivere il proprio lavoro in sintonia con i principi in cui credono.

Il Team

Stefano

Stefano Martinelli - il team di BambusetoDeve il suo soprannome “il Filosofo” alla sua laurea in filosofia ed alla sua indole pacatata e riflessiva. Appassionato di botanica e apicultura, dopo anni di lavoro nell’ambito della consulenza aziendale, ha avvertito la necessità di dedicarsi alla natura e ad attività manuali, finendo per innamorarsi del bambù. L’esperienza di un anno presso la Fattoria Didattica Terra di Langa, sede dei corsi dell’Associazione Italiana Bambù partecipando a fianco di Lorenzo Bar, è servita a sperimentare attivamente le qualità e le proprietà del materiale. L’esperienza ha contribuito al desiderio di volersi dedicare appieno a Bambuseto, di cui è fondatore attivo, formando sul campo le proprie qualità di “Artigiano del bambù”. Attualmente Stefano grazie alle sue conoscenze acquisite nel tempo si occupa della gestione e della cura del bosco, si dedica alla realizzazione ed al montaggio delle strutture, dirige l’attività manageriale ed amministrativa di Bambuseto, parallelamente all’assistenza tecnica delle modalità di montaggio per il clienti.

Sara

Sara Violante - il team di BambusetoClasse ’83, originaria della Versilia, Architetto, artigiana – archigiana – ed amante della Natura. Dopo la laurea in architettura all’Università di Firenze si dedica alla scoperta di sé e del “cosa voglio fare da grande” viaggiando dall’altra parte del mondo. Il suo primo approccio con il bambù è stato però proprio con Bambuseto grazie al quale ha imparato le prime cose su questo splendido materiale. Dopo le prime sperimentazioni, la passione per il bambù si è accresciuta nel tempo e si è sviluppata grazie ai molteplici workshop a cui ha partecipato: in primis in Italia con Bambuseto e poi in Australia con The Bello Bamboo in Bellingen (NSW) e Giant Grass a Melbourne (VIC) collaborando inoltre al concorso internazionale WBDC 2014 (World Bamboo Design Competition) a fianco del presidente della Bamboo Society of Australia, Munir Vahanvati. Al rientro in Italia ha voluto concretizzare il suo amore per il bambù ideando una linea di oggettistica per Bambuseto promuovendola presso fiere e mercati di settore. Ad oggi Sara, parte integrante del team di Bambuseto, si occupa sia dell’elaborazione progettuale ed assistenza tecnica ai clienti, sia della produzione artigianale e vendita dei manufatti.

Visione e missione

Volevamo lavorare all’aria aperta e pulita senza stare sempre seduti; volevamo fare un lavoro che non fosse dannoso per l’ambiente ossia per noi stessi, noi tutti; un lavoro in sintonia con i nostri principi, in tutto il suo processo. Le nostre aspirazioni ci hanno guidato non solo nella scelta di un mestiere, ma nella sua invenzione, tanto da scommettere sulla rinascita di un luogo abbandonato a se stesso da oltre 30 anni, divenuto un posto intricato, buio ed inaccessibile. Il nostro è stato un percorso personale oltre che lavorativo, di crescita interiore prima che professionale, ma anche una sfida da affrontare, una storia da scrivere, un cammino personale e al tempo stesso una ricerca costante di migliorare e migliorarsi.

Trascorsi alcuni anni di saltuaria pulizia e sperimentazioni con il bambù la decisione è arrivata quasi spontanea, inevitabile. Abbandonare tutto il resto per dedicarsi esclusivamente a Bambuseto. Ed è proprio a partire dalla gestione e dalla cura del bosco della Selvaiana che è stato creato un nuovo modo di fare artigianato che parte da questo posto incantato e senza tempo: un luogo in cui è facile sentirsi a casa e da cui, come per magia, nasce ogni opera di Bambuseto.